Assegnato al Centro di Formazione Professionale di Tradate il premio speciale “Prima…vera educazione ferroviaria”.
L’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro, Valentina Aprea, ha comunicato al CFP di Tradate l’assegnazione del premio speciale pari a € 3.500 per la partecipazione al bando di concorso: “Prima…..vera educazione ferroviaria” con un video intitolato: “Il treno della vita” , prodotto dal gruppo di lavoro interclasse del centro di formazione professionale tradatese.
Il concorso era stato indetto dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, dall’ Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie, dal Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Lombardia e da Regione Lombardia – Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro e Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità al fine di diffondere e sviluppare nel sistema educativo di istruzione e formazione la cultura della sicurezza attraverso il rispetto delle norme sul trasporto ferroviario.
Il gruppo di lavoro, formato da otto studenti seguiti da un team di tre docenti, ha così prodotto un video sulla sicurezza ferroviaria illustrando due spot: “La pazienza ti salva la vita”, con particolare riferimento al divieto di attraversare la sede ferroviaria a barriere abbassate; “La vita non ha scorciatoie”, uno spot dedicato al divieto di attraversamento dei binari per accorciare l’uscita dalla sede della stazione.
L’assegnazione del premio speciale ai ragazzi del CFP per il video prodotto è per noi motivo di soddisfazione – ha dichiarato la respondabile del CFP, Giulia Romaniello – perché la scuola non è esclusivamemnte impegnata per tutto l’anno formativo all’insegnamento didattico, articolato in diversi saperi, ma anche nel diffondere le norme di comportamento nella nostra complessa società, per saper vivere con rispetto di se stessi e degli altri, in particolare a tutela della propria e altrui vita”.
Il premio assegnato al CFP sarà utilizzato per l’acquisto di supporti informatici utili alla moderna didattica ma anche per il sostegno economico, così come hanno richiesto gli studenti, in caso di visite di istruzione.